Victim of the System
System of a Down tribute band since 2003
Segui i nostri LIVE
su Facebook

Profile

Breve descrizione del profilo artistico musicale dei V.O.T.S.

I Victim of the System nascono ufficialmente a Prato nel 2003 e si sviluppano come tribute band dei System of a Down. Scelgono di diventare tribute band perchè fortemente appassionati e influenzati dai S.O.A.D. e dal loro sound, che combina melodie medio-orientali con taglienti riff di chitarra metal. Grazie a questa miscela Armeno-Californiana, unica nel suo genere, i S.O.A.D. riescono ad emergere re-inventando l'Alternative Metal, grazie a brani come: Toxicity, Chop Suey!, B.Y.O.B., ... sensazioni che anche i V.O.T.S. riescono a trasmettere ad ogni loro concerto, facendo dei live il loro punto di forza.

Composti da 5 elementi, diversamente dai S.O.A.D. che sono in 4, sfruttano il 5° elemento per aggiungere tastiere e campionatori in modo da rendere sul palco un tributo che si avvicina più ai dischi in studio che alla musica dal vivo dei S.O.A.D.

Ogni singolo membro dei Victim of the System ha un proprio background musicale alle spalle. I passati trascorsi sono ricchi di partecipazione a projects, tournee e registrazioni, sia in studio che dal vivo.

Fino ad oggi si sono sempre esibiti con una certa frequenza, sin dalla loro prima formazione. Attivi non solo in Toscana, ma in tutto il centro-nord Italia, sono stati invitati in molti locali storici (Qube, LiveClub, Cencio's, La Gabbia, Thunder Road, Transilvania Live, Exenzia, Corallo, TempoRock, Borderline ...etc), riempiendo le maggiori rockoteche d'inverno e festival d'estate..

Victim of the System

Band

Come sono attualmente formati i V.O.T.S.

Mr. White

Mr. White

is Serj Tankian

Lobo

Lobo

is Daron Malakian

Germano

Germano

is Shavo Odadjian

Massimo della Pena

Massimo della Pena

is John Dolmayan

Kona

Kona

is ???

Story

Piccola infografica che ripercorre la storia della band.

  • 2002

    I Victim of the System ai loro albori sono semplicemente composti da un chitarrista (i Lobo) ed un batterista (i Biondo), ma per loro è solo un semplice ritrovo in sala prove, dove per lo più reinterpretano i brani della loro band preferita, i System of a Down.

  • 2002

    Solo quando si aggiungerà loro un bassista (i Germano), si potrà iniziare a parlare di una vera e propria band. Sarà lui, infatti, a convincerli nel progetto di una tribute band, trovandone anche il nome: Victim of the System.

  • 2002

    La parte strumentale è al completo e musicalmente i brani sembrano funzionare, manca un cantante per completare il tutto. I tre si mettono alla ricerca e trovano "i Rufo" che come loro è un accanito fan dei System of a Down, ma alla lunga non convince.

  • 2003

    Continua la ricerca e, tra annunci e telefonate, un mese prima di un concerto già fissato viene reclutato al micrifino Mr.White, che si affiata da subito con il resto della band.

  • 2003

    Con l'arrivo del nuovo cantante i V.O.T.S. ottengono una marcia in più visto che oltre al ruolo canoro ricopre anche un ruolo che mancava alla band: quello del Manager.

  • 2004

    Con la formazione al completo iniziano le prime mini tournee, soprattutto nella zona di Prato (dove risiede la band), Pistoia e Firenze, allargando successivamente il "raggio d'azione" nel centro-nord Italia, fino a ricoprire un'area che va da sopra Milano fino giù a Roma.

  • 2004

    Anche se il pubblico risponde bene ai loro concerti ed il gruppo stesso si sente soddisfatto delle proprie esibizioni live, i V.O.T.S. non si fermano qui. Il loro passo successivo vuole essere quello di rendere i brani dei System of a Down dal vivo più fedeli alle loro versioni in studio, rispettando tutti gli arrangiamenti presenti nei dischi.

  • 2005

    Comprendono che la formazione, così com'è, è limitata. È qui che entra a far parte dele gruppo il quinto elemento: "i Kona", che con tastiere e Mac arricchirà e riempirà tutti gli spazi che il quartetto da solo non riusciva a colmare.

  • 2006

    Segue un periodo un pò sfortunato per le cinque vittime, che si ritrovano a dover rimpiazzare i Biondo, che non è più parte della band.

  • 2007

    Tra batteristi in prestito, turnisti e sostituzioni momentanee (Ivo, Lore, etc...) la formazione ritrovavigore con l'arrivo dell'attuale batterista: Massimo della Pena (membro storico dei Tonio Scatigna e la Gatta da Pelare) che alza il livello tecnico dell'intero gruppo.

  • Tutto questo
    continua fino ad
    OGGI!

Media

Alcuni momenti, tra i più significativi, nella storia della band.

10•100•1000

10•100•1000

POLKA MISERIA !!!

POLKA MISERIA !!!

Info

Scrivi a: info[at]victimofthesystem.it

Thanks

Anche se sono solo un'elenco di nomi che pochi leggeranno, è dovere.

Le nostre famiglie, i nostri amici più cari, i fedelissimi in prima fila, quelli che macinano i peggiori chilometri per venirci a vedere e soprattutto il PUBBLICO ma in particolare quello del Qube, del Cencio's (bei tempi), de La Gabbia, del Tempo Rock, del Transilvania di Arezzo e Milano e del Lake Jump Festival in infine I Metallari di XII Morelli (FE)...

Soprattutto IVO che ci ha dato un grosso aiuto come BATTERISTA quando eravamo alle perse con il nostro e alla sua famiglia, in particolar modo a sua madre e alla lasagna che ci ha preparato.

Ad Andrea del Lake Jump Festival che grazie alla sua insistenza e alle sue telefonate e riuscito a convincere noi ma soprattutto Massimo della Pena ed essere il nostro nuovo batterista.

Al Biondo a Marco dei Grand Carabs e Cristian di Lucca ... batteristi e amici di sempre.

I locali e gli organizzatori che ci hanno dato fiducia: Tempo Rock (Stefano e Ivan), Qube (Dj Armandino), BackDoors (Rosario), Lion's Garden/Enigma/Werk/Ministry (Antonio), Marasma (David), Totem/MetaRock (Mirko), Cencio's (Massimo), Sottosopra (Tony e Lisa), Flog (Enrico), ZeroCircus (FabFoetus), La Gabbia (Eddy), Face to Face (Faustone e Marco), Puero Baracoa (Pippo), Corallo (Francesco), Lake Jump Festival (Andrea), Exenzia (Dadex, Antani), Betto Dj, Marco Asu...

Le Band con cui abbiamo condiviso il palco, le nostre precedenti esperienze musicali e i nostri amici: Dividia, Disorder, Tonio Scatigna e la Gatta da Pelare, No1Caress, Genetica, il Carillon, P.U.M.A., Reset, Jokifocu, Grand Carabs, Sown, Six Degress Cold, the Sleepers, Evilsonic, Orghia, Them Philosopy, SAD (metallica tribute), More than Murder, Fool of Faith (faith no more tribute), Minatox69 ...

Chi ci aiuta ad arricchire la nostra galleria fotografica: Marco (Raz), Alessio (BigFoot), Raffaella e Linda, Francesco Buia, Giulia Efisi, Andrea Baccetti e Rosi Sandro di Light motion, Frozen Grave, Andrea Ghirotto, Alberto Bertolani, Samuele Ciulli Trobbiani, Anna Snooze Salvini, Giacomo Focardi, Eleonora Storm Nanna, M.Ago Photo, Andrea Hardkore Pacini ...

Kocharyan Tsovinar per le sue piccole ma preziose traduzioni in Armeno.

A Puccio che continua sempre ad aiutarci nella realizzazione del nuovo sito.

Mr. White
Mr.White

nel ruolo di Sergio Tanchiani ringrazia:
Se stesso, Mamma Maria e Babbo Michele, la pazienza della Silvia, tutti quelli che mi hanno lodato/sostenuto e soprattutto a quelli che mi hanno puntato il dito contro perchè mi hanno dato la forza di rialzarmi e superarmi, a tutte le mie precedenti esperienze musicali (brevi o lunghe che siano nessuno escluso) a tutti quelli che sotto il palco mi guardano negli occhi e cantano a squarciagola con me con la voglia di divertirsi, a quelle persone in disparte nei locali che mi guardano con occhio clinico, i musicisti/artisti con cui mi sono rovinato le orecchie in cuffia; Jonathan Davis e i Korn, Chino Moreno e i Deftones, Serj Tankian e i System of a Down, Mike Patton e i Faith no more, Scooter Ward e i Cold, Ennio Morricone, Francesco Renga e i Timoria, Zack De La Rocha e i Rage against the Machine, Eric Serra e la sue composizioni per il film "Leon", la prima colonna sonora del film "il Corvo", l'orso Baloo perchè è culone peloso e canterino come me, ...